Era nato senza l'80% del suo cervello e tutti pensavano che sarebbe morto. Guarda come appare 2 anni dopo
Era nato senza l’80% del suo cervello e tutti pensavano che sarebbe morto. Guarda come appare 2 anni dopo

L’aborto è meglio, il bambino non può vivere “erano le parole che i medici hanno detto a Brandon e alla signora Buell, a 23 settimane di gravidanza, come può una madre dire addio al suo bambino dopo essere stata accusata per quasi 6 mesi? Una futura primeriza, che solo Sogna il giorno in cui senti il ​​tuo bambino in armi, con il passare dei mesi l’emozione è stata più forte, quindi questi genitori non sarebbero stati l’assassino di suo figlio …

La britannica voleva andarsene da lì, quel dottore non era abbastanza coraggioso, per non portare suo figlio. L’ecografia ha mostrato una malformazione nel cervello, che gli avrebbe impedito di avere una vita normale, il fatto di portarlo nel mondo sarebbe una sfida, a cominciare dal parto. Nonostante la prognosi e le complicazioni, questa donna è stata coraggiosa, rischiando anche la sua vita.
Il giorno è arrivato, il 27 agosto 2014, a Orlando, in Florida, con un tempo di 40 settimane, Britanny e suo marito erano pronti a ricevere il piccolo Jaxon. Nella sala operatoria tutto era pronto per il cesareo, la madre aveva paura, ma il suo desiderio di conoscere quel cuore che per tanto tempo batteva nella sua pancia era più forte. L’infermiera le diede l’anestesia epidurale, sentì il liquido sollevarsi su tutta la schiena, fu incredibile il modo in cui le sue gambe tremavano, il momento di andare a dormire, quel foglio chirurgico blu era pronto e l’operazione iniziò.

Sfortunatamente il piccolo aveva il cordone ombelicale impigliato nel collo, soffocava per mancanza di ossigeno, impiegavano più tempo del solito, ma riuscivano a tirarlo fuori, il neonato aveva solo il 20% del cervello, i medici temevano che sarebbe morto subito, ma potevano portarlo a casa.
La diagnosi era Hydranencephaly, è dovuta a un’infezione durante la gravidanza, che causa malformazioni, il cervello non è completamente formato e ha solo una massa che non svolge alcuna funzione. Ci sono pochi bambini che arrivano più di un mese.

Tuttavia, Jaxon Buell, ora due anni, giorno dopo giorno è una battaglia, frequenta frequentemente più di 8 specialisti, per confermare che tutto va bene, sua madre lo aiuta a svolgere esercizi terapeutici.

Nonostante tutti gli sforzi, i medici dicono che al momento meno atteso, Jaxon darà un ultimo respiro, ma non è così? Nessuno ha assicurato domani e questo bambino ha mostrato il suo desiderio di sopravvivere, vederlo sorridere è il respiro dei suoi genitori, che non si pentono di aver preso la decisione di averlo e invece di preoccuparsi del futuro, godono l’ora.
Senza dubbio una grande lezione.

LEAVE A REPLY